Top 10 – Distribuzioni Linux FREE

Top 10 – Distribuzioni Linux FREE

Il 2016 è stato un anno importante per il mondo Linux con tante novità interessanti sia per il settore opensource che per quello degli imprenditore e il 2017 non sarà da meno.

La domanda che ogni anno ci facciamo però è sempre la stessa: quale distribuzione Linux scegliere?
A questa domanda bisogna rispondere con un altra domanda: dipende da quello che si cerca.
Ecco il motivo di questo articolo : riuscire a trovare, per ogni esigenza, la migliore distribuzione Linux che al momento è sulla piazza.

Migliore Linux Principianti: Linux Mint

Risultati immagini per linux mint logo

Nel panorama Desktop Linux è sicuramente difficile da integrare: tra codec e tecnologie proprietarie, sono poche quelle distribuzioni che riescono a dare all’utente finale completezza e semplicità d’utilizzo in pochi click. Fortunatamente esiste Linux Mint, distribuzione nata ispirandosi ad Ubuntu che grazie a un Desktop Manager veloce e poco invasivo, una community davvero enorme e l’ottima integrazione di installer one-click, rende facile il passaggio per gli utenti Windows e OSX nel favoloso mondo opensource del pinguino, tanto da fornire il Migration Assistant che permette di importare segnalibri, sfondi e diverse impostazioni da una pre-installazione di Windows. I DE attualmente disponibili sono MATE e Cinnamon, a preferenza dell’utente. Nel panorama Linux è la più popolare delle distribuzioni e questo è senza dubbio il punto di forza di Mint. Preferito a Ubuntu per una migliore integrazione di software di terze parti.

Facilità d’uso: 10/10 Guide: 10/10
Facilità d’installazione: 10/10 Community: 10/10
Design: 9/10 Aggiornamenti: 9/10
Applicazioni: 9/10
Performance: 8/10 Voto Globale: 8,8/10

Migliore Linux Personalizzabile: Arch Linux

Risultati immagini per arch linux logo

Nel mondo delle rolling-release Arch Linux è semplicemente imbattibile. E’ una grande distro, di quelle consigliate a chi vuole imparare tutto del mondo GNU/Linux; sicuramente non è dedicata ai principianti, soprattutto per chi non ha mai avuto modo di “giocare” con il pinguino. Ma è personalizzabile come nessun’altra, si possono scegliere tutti i tool da installare (e quando dico tutti dico proprio TUTTI), compreso il DE (ed è questo il motivo per cui non c’è un voto in Design). La Wiki è qualcosa di pazzesco, davvero intuitiva e semplice da seguire (sia in italiano che in inglese), il repository AUR è uno dei più ampi del settore e permette di avere qualunque software presente in “qualunque” distribuzione GNU/Linux. Preferito a Gentoo per una maggiore facilità d’installazione (e dispiace!).

Facilità d’uso: 6/10 Guide: 10/10
Facilità d’installazione: 6/10 Community: 10/10
Design: ?? Aggiornamenti: 9/10
Applicazioni: 10/10
Performance: 10/10 Voto Globale: 8,7/10

Linux più bella: Elementary OS

Risultati immagini per Elementary OS logo

La maggior parte delle distribuzioni GNU/Linux si focalizza su aspetti come prestazioni, parco software e via dicendo. eOS è una distro che invece punta ad essere bella ma talmente bella che out-of-the-box da filo da torcere ai design di Apple. Arriva con un DE proprietario, una dock decisamente più prestante e decisamente in linea con il design rispetto alla concorrenza.
Essendo una distro “su misura” anche le prestazioni sono accettabilissime: riesce a girare comodamente in 1GB di RAM e una CPU Core 2 Duo di 1a generazione.
Purtroppo negli anni ha sofferto di ritardi di sviluppo e questo ha fatto storcere il naso a chi è abituato ai ritmi più tirati delle altre software house, tuttavia rimane una soluzione stabile e al passo con le LTS più rinomate. Da provare.

Facilità d’uso: 10/10 Guide: 8/10
Facilità d’installazione: 10/10 Community: 7/10
Design: 10/10 Aggiornamenti: 7/10
Applicazioni: 9/10
Performance: 9/10 Voto Globale: 8,8/10

Migliore Cloud Linux: Chrome OS

Risultati immagini per Chrome OS logo

Chrome OS non è la tipica distribuzione GNU/Linux: sviluppata da Google, è fortemente web-oriented tanto che tutto il parco applicazioni gira unicamente sul browser. E’ tuttavia un OS eccellente, con un parco software sicuramente non enorme ma comunque accettabile per l’uso casalingo e la navigazione, aggiornatissimo e non richiede manutenzione di alcun tipo.
E’ sicuramente più orientato al mondo mobile come netbook e notebook di fascia bassa, ciò nonostante si difende bene e garantisce la miglior integrazione Cloud sul mercato.

Facilità d’uso: 10/10 Guide: 9/10
Facilità d’installazione: 9/10 Community: 9/10
Design: 8/10 Aggiornamenti: 9/10
Applicazioni: 7/10
Performance: 8/10 Voto Globale: 8,6/10

Migliore Linux Notebook: Ubuntu MATE

Risultati immagini per ubuntu mate logo

Come per la maggior parte delle distribuzioni GNU/Linux la scelta è sicuramente soggettiva. Ubuntu MATE è una distribuzione leggera, poco esosa di risorse (tanto da entrare in un Raspberry Pi2) ma comunque compatibile con la maggior parte dei notebook in circolazione: questo permette di sfruttare appieno le poche risorse che i notebook hanno e di utilizzare Ubuntu come distribuzione madre (con tutti i pregi e i difetti del caso).
Sicuramente il miglior fork di Ubuntu fino ad oggi per design/prestazioni, altamente configurabile e facile da usare come ogni Ubuntu in circolazione.

Facilità d’uso: 10/10 Guide: 9/10
Facilità d’installazione: 9/10 Community: 9/10
Design: 9/10 Aggiornamenti: 9/10
Applicazioni: 9/10
Performance: 9/10 Voto Globale: 9,1/10

Migliore Linux per Hardware vecchio: Lubuntu

Risultati immagini per lubuntu logo

Altra distribuzione Ubuntu-based, la sua forza risiede in una community eccellente, una montagna di guide e grazie a LXDE abbiamo un desktop dannatamente veloce, forse il più veloce senza rinunciare a qualche piccola chicca grafica.
Non c’è molto da dire in merito, essendo un fork con un DE sostituito, prende ciò che c’è di buono nell’ecosistema Ubuntu e lo fa proprio per un sistema reattivo e veloce al pari (o forse superiore) a quello di Xubuntu. E’ ottimo anche per i notebook grazie a un’accuratezza nell’efficienza di risparmio energetico, supporta poca RAM e vecchi processori (da i586 in poi).

Facilità d’uso: 8/10 Guide: 9/10
Facilità d’installazione: 9/10 Community: 9/10
Design: 7/10 Aggiornamenti: 9/10
Applicazioni: 9/10
Performance: 10/10 Voto Globale: 8,6/10

Migliore Linux per IoT: Snappy Ubuntu Core

Risultati immagini per snappy ubuntu logo

Prendete Ubuntu, toglieteci tutto il superfluo e adattatelo per l’Internet of Things. Ecco a voi Snappy Ubuntu Core, fork di Ubuntu adatto per tutto il mercato smart di nuova generazione (come routers, macchine per il caffè, frigoriferi, droni e via dicendo). E’ una distribuzione davvero interessante, adattabile ad ogni esigenza e ovviamente light.
Supportato per i seguenti device: Raspberry Pi 2 / Intel NUC / Pandaboard / Beaglebone / Odriod / Gumstix
Supportato per i seguenti cloud services: Microsoft Azure / Google Cloud Platform / Amazon Webservices / KVM / Vagrant

Facilità d’uso: 8/10 Guide: 8/10
Facilità d’installazione: 7/10 Community: 8/10
Design: ??? Aggiornamenti: 9/10
Applicazioni: 9/10
Performance: 9/10 Voto Globale: 7,6/10

Migliore Linux per Gaming: Steam OS

Risultati immagini per steam os logo

Grazie all’arrivo delle Steam Machine, il mondo Linux ha finalmente un alleato nel mondo del gaming. Una versione ottimizzata di Linux permette di sfruttare la propria macchina e di integrarla all’ecosistema di Valve senza troppe preoccupazioni. L’unico limite è la natività dei giochi presenti sul mercato e solo fra qualche mese sapremo se la scommessa di Steam OS può reputarsi vinta.
E’ basata su Debian 8 “Jessie” e richiede tante risorse hardware come CPU a 64 bit (diciamo da Ivy Bridge), 4 o + GB RAM, 200GB di HDD e supporta schede video NVIDIA e AMD (dalla serie RADEON 8500) nativamente. Si consiglia un BIOS con firmware UEFI.

Facilità d’uso: 10/10 Guide: 9/10
Facilità d’installazione: 9/10 Community: 9/10
Design: 8/10 Aggiornamenti: 9/10
Applicazioni: 9/10
Performance: 9/10 Voto Globale: 9/10

Migliore Linux per Privacy: Tails

Risultati immagini per tails linux logo

Nell’era del grande fratello in web aveva veramente bisogno di una distribuzione sicura e Tails lo fa davvero bene. Proteggere la propria privacy è l’obiettivo primario di Tails che offre strumenti per navigare all’insaputa di governi e agenzie di sorveglianza mondiali, tanto da essere il principale obiettivo dell’NSA di volerne scardinare le chiavi d’accesso.

Facilità d’uso: 8/10 Guide: 9/10
Facilità d’installazione: 8/10 Community: 10/10
Design: 7/10 Aggiornamenti: 8/10
Applicazioni: 9/10
Performance: 8/10 Voto Globale: 8,5/10

Migliore Linux Server: Debian/CentOS

Risultati immagini per cento linux logo

Chi gestisce server sa che i maggiori problemi di un server sono la stabilità e la sicurezza delle proprie macchine e non c’è niente di peggio quando un server si pialla o peggio crasha con tutti gli effetti del caso.
Ecco perchè nel mondo Server, come in quello Enterprise, ci sono solo due grandi nomi: Debian e CentOS.
Due differenti scuole di pensiero, diversi packet manager e diverse strutture dati ma il nocciolo dell’OS è sempre lo stesso: la potenza di Linux in un server è qualcosa di grandioso e che ogni amante del terminale dovrebbe provare una volta nella vita.

Facilità d’uso: ??? Guide: ???
Design: ??? Community: ???
Applicazioni: ??? Aggiornamenti: ???
Performance: ??? Voto Globale: ???

 

 

 

 

Articolo liberamente tratto da tom’s hardware

Condividi questo post